-->

11 gennaio 2018

Odg - Rispetto dei Valori della Costituzione repubblicana e antifascista


ORDINE DEL GIORNO 

Rispetto dei Valori 
della Costituzione repubblicana e antifascista 


 PREMESSO CHE: 
la Costituzione Italiana nella XII norma transitoria vieta la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista;
sono sempre più frequenti le manifestazioni promosse da organizzazioni neofasciste, portatrici di valori e idee che si collocano al di fuori del perimetro costituzionale e dell’ordinamento repubblicano, nonché dei principi fondamentali della convivenza civile e del rispetto della dignità umana;
sempre più spesso si verificano aggressioni ed episodi di violenze verbali e fisiche che presentano connotati che si richiamano a contenuti legati strettamente a quelli tipici delle associazioni e gruppi neofascisti;
il giorno 8 novembre u.s. il Consiglio Comunale di Torino ha votato analoga mozione e oltre a Torino, anche le città di Cuneo, Pisa e Siena. 

CONSIDERATO CHE: 
la città di Milano è stata insignita della Medaglia d’oro al Valor Militare per la guerra di liberazione al nazifascismo

 IL CONSIGLIO COMUNALE INVITA IL SINDACO E LA GIUNTA



  • a non concedere spazi, patrocini, contributi di qualunque natura a coloro i quali non garantiscano di rispettare i valori sanciti dalla Costituzione, professando e/o praticando comportamenti fascisti, razzisti, discriminatori verso ogni orientamento e identità di genere, subordinando l’assegnazione o concessione di spazi, suolo pubblico e sale di proprietà del Comune, patrocini, contributi di qualunque natura ad una dichiarazione esplicita di rispetto dei valori e principi fondanti della Costituzione Italiana repubblicana e antifascista;
  • ad individuare gli strumenti amministrativi più idonei per dare efficacia ai contenuti espressi dal presente ordine del giorno;
  • a promuovere analogo indirizzo presso le aziende controllate e/o partecipate dal Comune di Milano;
  • a trasmettere alla Città Metropolitana di Milano, ai Comuni appartenenti alla Città Metropolitana di Milano, ai municipi della città di Milano, alla Regione Lombardia, il presente ordine del giorno, invitando loro a promuovere analogo indirizzo amministrativo. 

  • Milano, 18 dicembre 2017

    Compare sulla stampa la perplessità emersa ieri dal segretario generale in merito all'applicazione dell'Ordine del giorno cd Antifascista, che vincola la concessione di spazi o suolo pubblico, oppure di un finanziamento o un contributo a chi non si riconosce nei valori della Costituzione Italiana repubblicana e antifascista.
    In realtà l'applicazione è molto semplice.
    Si chiederà a chiunque fa una richiesta di cui sopra di sottoscrivere una dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto notorio (artt. 46 D.P.R. 28.12.2000 n. 445) nella quale il rappresentante legale garantisce, conscio del rilievo penale di una dichiarazione mendace che la sua organizzazione si riconosce nei valori antifascisti espressi dalla Costituzione italiana e che la stessa nel proprio atto costitutivo, nei siti internet o social network, anche nell’attività pregressa, pubblicata e mai rimossa e comunque riconducibile alla responsabilità di chi è incaricato di gestire quei luoghi on line non presenta richiami e riferimenti all’ideologia fascista o alla sua simbologia, né a discriminazioni di carattere etnico, religioso, linguistico e sessuale.

    Nessun commento: