-->

27 marzo 2019

Aggiornamento sul progetto di riqualificazione Giambellino/Lorenteggio

Dopo quanto scritto ad ottobre ecco un breve aggiornamento critico di quanto sta accadendo nel quartiere.

Cronoprogramma. Nonostante l'evidente ritardo di un anno sui lavori, aspettiamo da tempo anche il nuovo cronoprogramma per la riqualificazione del quartiere Lorenteggio/Giambellino. Infrastrutture Lombarde doveva presentarlo a inizio febbraio e non se ne trova traccia. Aspettiamo anche, da luglio 2017, che Regione Lombardia ritorni in quartiere per raccontare ai cittadini cosa sta succedendo, le decisioni prese nel frattempo, i tempi, i dettagli dei piani di mobilità degli inquilini. L''Amministrazione Comunale di Milano ha individuato le proposte abitative temporanee per le 6 famiglie senza titolo domiciliate nel 181. Una seconda ondata di occupazioni a cui il Comune di Milano deve dare risposte. Una seconda ondata poiché Aler non assegna e non mette in sicurezza gli appartamenti, Su 100 famiglie senza titolo in quel quartiere, 2/3 sono entrati dopo il febbraio 2016.
Per quelle famiglie senza titolo, inquilini con il titolo, in regola con i pagamenti e morosi e i proprietari la Regione possiede 4 milioni e duecento mila euro per la loro mobilità.

Riqualificazione stradale. Lo scorso 13 marzo il tribunale amministrativo ha respinto il ricorso del secondo classificato alla gara pubblica. Ora i primi lavori di riqualificazione stradale prima tratta Giambellino-Largo Giambellino possono partire. L'ufficio stima fine maggio/inizio giugno.

Giambellino 150. L'accordo di programma prevedeva che Aler mettesse a disposizione lo spazio via Giambellino 150. Nell’edificio troverà posto il Community hub, un centro di formazione ed orientamento al lavoro, di servizio per la locazione e per lo sviluppo di nuove imprese. L’obiettivo generale è il rafforzamento del sistema dei servizi per il quartiere e la città, che comprende anche il mercato e il centro per le associazioni locali. Infrastrutture Lombarde ha rilevato una serie di problemi che ha di fatto rendono impossibile la riqualificazione. Si dovrà abbatterlo e ricostruirlo.  I tempi, secondo i tecnici, non dovrebbero essere più lunghi di quelli previsti. Nel frattempo si riutilizzeranno gli spazi a disposizione del Laboratorio di quartiere costituito con i fondi comunali.

Nuova biblioteca. Siamo nei tempi. Stanno redigendo il progetto esecutivo. Poi partirà il bando.

Nessun commento: