-->

Giovedì 14 febbraio alle 13.00 Aler torna a confrontarsi in commissione

Aler ha finalmente accettato di tornare a confrontarsi con le commissioni consiliari Casa e Demanio e Antimafia sui temi che avevamo iniziato ad approfondire ad ottobre. Dopo diversi scambi di mail e convocazioni mancate siamo arrivati al dunque.
Giovedì prossimo, 14 febbraio, alle ore 13.00 proseguiremo i lavori interrotti dopo la seduta del 31 ottobre 2012.
Queste le domande a cui abbiamo chiesto una risposta.

In riferimento all’assegnazione degli alloggi si chiede:
  • l’elenco degli alloggi e degli assegnatari (in commissione l’avv. Ippolito parlava di oltre cinquecento appartamenti) che fanno riferimento alla convenzione siglata tra Regione Lombardia, Comune di Milano e Aler per l’assegnazione di appartamenti fuori Erp in locazione temporanea;
  • quanti appartamenti fuori Erp assegna Aler, dove sono ubicati, a chi sono stati assegnati e a quale titolo;
  • l’elenco degli assegnatari appartamenti in via Bronzetti 37;
  • per quale motivo l’appartamento in via Bronzetti (alloggio 17, scala c, primo piano) di circa 130 metri quadri è stato suddiviso in due appartamenti? Per quale motivo si è concesso all’assegnatario lavori di ristrutturazione pari a circa 25 – 30 mila euro a spese dell’azienda? A chi è stato assegnato e se l’appartamento sia da considerare fuori Erp;
  • quali azioni amministrative l’azienda ha adottato a seguito della comunicazione dell’Organismo di Vigilanza (Odv) di Aler il 3 novembre 2012, in riferimento alla presunta illegittimità della sovrapposizione di funzioni per ciò che concerne l’attività relativa agli alloggi temporanei, gestita per i contratti da Aler, mentre, per l’assegnazione, da Asset. Nella comunicazione si suggerisce di ricondurre l’attività fuori Erp nell’ambito di una corretta procedura aziendale integrata nel modello organizzativo di Aler e valutata ai fini della legge 231/2001.
In riferimento alle assunzioni si chiede:
  • l'elenco nominativo dei dipendenti a cui è stata assegnata la casa negli ultimi cinque anni a partire anche da un contratto a tempo determinato;
  • come viene pubblicizzata l'assunzione tramite le agenzie di lavoro interinale;
  • se corrisponda al vero che Orazio Di Chiano, persona condannata per associazione nel processo successivo alle indagini denominate Fior di Loto, uomo vicino a Santo Pasquale Morabito sia stato assunto in Aler? Con quale tipo di contratto? Quando? Risulta anche assegnatario di un alloggio popolare, con quale tipo di contratto? Se sia stato referenziato (secondo i criteri evidenziati dall’avv. Ippolito durante la seduta del 31 ottobre 2012) e da chi?
In riferimento alle due aziende partecipate costituite da Aler si chiede:
  • per quale motivo si è deciso di costituire due società a responsabilità limitata, una per la gestione degli impianti termici e l’altra per l’acquisto, la vendita anche di aree, la costruzione, la ristrutturazione, il commercio, l'affitto di immobili non rientranti nell'ambito dell'edilizia residenziale pubblica (ERP)?
  • come mai tra le attività aziendali di Asset srl c’è anche la prestazione di servizi integrati di riscaldamento e di condizionamento quando Csi srl si occupa già di gestione degli impianti termici?
  • possono queste aziende pur essendo costituite e sostenute da fondi pubblici servire clienti privati? Sulla base di quale dispositivo di legge?
  • per Asset srl e per la Csi srl come vengono gestite le assunzioni, le consulenze e come vengono gestite le gare per la vendita degli appartamenti, oppure per l’acquisizione di forniture e l’assegnazione di lavori;
  • copia del bilancio aziendale di ASSET srl e quello di CSI srl e per quale motivo il bilancio non è pubblicato sul sito istituzionale;
  • a quanto ammonta l’indennità di carica per chi gestisce ruoli nel Cda delle due aziende e se tali indennità si sommano a quella ricevuta per altri incarichi in analoghi organismi facenti capo ad Aler o al riconoscimento economico previsto per il Direttore generale di Aler?
  • Asset srl e Csi srl possiedono modello organizzativo gestione controllo legge 231/2001?
In relazione alla gestione degli appalti e delle gare si chiede:
  • quali attenzioni e procedure per il contrasto agli interessi mafiosi vengono utilizzate nei bandi e nelle vendite gestite da Aler, Asset e Csi;
  • per quale motivo è stata riaperta la gara per l'affidamento dei servizi di gestione riscaldamento di 98 centrali termiche site in Milano e provincia (Cat. 12 - CPV 50720000);
  • se cooperative facenti capo al Consorzio di Cooperative "Nuovo Coseli" con sede a Milano via Biancamaria n. 24 hanno ricevuto appalti da Aler in questi ultimi 5 anni;
  • Aler oppure Asset srl oppure Csi srl acquisiscono referenze anche per l’assegnazione degli appalti?
  • si chiede infine in relazione alle notizie di stampa pubblicate sul Corriere della Sera nelle pagine dedicate alla cronaca Milanese e Lombarda, sabato 19 gennaio 2013 e in relazione a quanto già richiesto durante la seduta del 31 ottobre u.s. ed ai temi affrontati in quella sede, di poter audire l’organismo di vigilanza di Aler costituito ai sensi della legge 231 del 2001.

Nessun commento: