-->

2 dicembre 2018

Whistleblowing, targato Milano, ad un anno dall'approvazione della 197

Whistleblowing Forum del 30 novembre 2018 organizzato da
Il Sole 24 ore e Unione Fiduciaria a cui ho partecipato
Dall'inizio abbiamo pensato non tanto alla tutela del segnalante, quanto a come facilitare maggiormente le segnalazioni. Su suggerimento e sprone di Transparency già dal 3 luglio 2012, ben prima della approvazione della legge 190/2012 (*),  abbiamo trattato l'argomento in commissione antimafia. Dopo la seduta di Consiglio del 13 dicembre 2012 durante la quale la mozione è stata sospesa, il Consiglio Comunale approva la mozione il 17 giugno 2013 con 27 voti a favore, 8 astenuti, nessun contrario. Il 31 gennaio 2014 in Giunta viene approvato il primo Piano Anticorruzione. All’articolo 12 è citata la procedura del whistleblowing, ossia quella che facilita e regola le segnalazioni da parte dei dipendenti, di un fatto che costituisce un illecito, una illegalità o una irregolarità che possa arrecare un pregiudizio patrimoniale ed un danno all'immagine della organizzazione lavorativa.
Dalla prima commissione si pensa ad una piattaforma (non ad un semplice indirizzo mail) che possa "interloquire con il segnalante", assegnando un codice alla segnalazione. Sarà attiva dal 15 gennaio 2015, 8 giorni prima di Palermo, seconda città italiana ad attivarla. Dal 15 gennaio per tutto l'anno saranno 13 le segnalazioni che giungeranno. Nel 2016 14. Dieci nel 2017, fino al 21 settembre, giorno di scadenza dell'Organismo di Garanzia (ODG), altro accorgimento proposto in commissione, per facilitare le segnalazioni. Tre componenti, di cui due esterni all'amministrazione comunale (**), che dopo essersi dotati di un regolamento interno, ricevono le segnalazioni, tutelano il segnalante e avviano le indagini interne decidendo, poi, le ulteriori azioni.
Dal 21 settembre 2017 ad oggi sono giunte altre 26 segnalazioni delle quali non sappiamo nulla perché non è stata redatta ancora la quarta relazione Whistleblowing.
Una crescita secca dai primi tre anni: da 37 in 33 mesi a 26 in tredici.
Le relazioni sono pubbliche (al link tra gli allegati in fondo alla pagina) e indicano segnalazione per segnalazione l'oggetto e come l'organismo di garanzia ha agito.

10 novembre 2018

Sicurezza non è libertà!

Stralci dal libro
Marco Minniti, si legge nell'introduzione al suo libro Sicurezza è Libertà, è da oltre 20 anni ai vertici degli apparati di sicurezza e di intelligence del nostro paese. Iniziamo bene. Proprio a marzo il 4, se ricordo bene, al grido di: "Sicurezza!; "Basta immigrazione"; "Cambiamento", "Onestà e legalità!" M5S e Lega stravincevano le elezioni e il Pd, il Centrosinistra tutto, subiva una storica e clamorosa sconfitta. Forse un po' di umiltà, gioverebbe.
Sicurezza è libertà? La suggestione è interessante. La paura è un'emozione assolutamente umana. Direi funzionale all'essere umano. Come il dolore. La libertà è una condizione. La sicurezza pure.

1 novembre 2018

Piano anticorruzione e Protocollo di legalità per M4. Nuova verifica in commissione antimafia

Un migliaio le aziende censite in Legolas, la banca dati di M4. Una banca dati che, scomparsa Siprex la banca dati di Expo, dovrebbe essere utilizzata da tutte le partecipate dell'Amministrazione comunale di Milano, considerata la sua funzionalità. Fabio Terragni, Presidente di Spv Linea M4 Spa, ha presentato in Commissione congiunta Antimafia e Viabilità (a questo link le slides) l'attività di contrasto alla corruzione e ci ha rappresentato le modalità di applicazione del Protocollo di Legalità sottoscritto con Prefettura e Comune di Milano il 27 marzo 2014 e dall'ex Protocollo Capaci sulla Tracciabilità dei flussi finanziari che ora è stato rinominato MGO (Monitoraggio Grandi Opere).

19 ottobre 2018

Progetto di riqualificazione Lorenteggio: il ritardo è di un anno, la superficie destinata a Erp dovrebbe rimanere tal quale.

Proprio il 15 ottobre, in via Lorenteggio 181 sotto il fabbricato 10 b (angolo Segneri-Lorenteggio) sono ripresi i lavori di bonifica. L'inizio dei lavori previsto è per luglio 2019. Siamo in ritardo di un anno. Per i fabbricati 20b e 30 b si sta verificando l'eventuale presenza di inquinanti. I lavori si prevede terminino entro la fine ottobre e, nel frattempo, è in corso la progettazione esecutiva. Per via Lorenteggio 179 e via Manzano 4 è in corso la progettazione definitiva e l'inizio lavori, dopo aver verificato presenza di inquinanti, è immaginato per il secondo semestre 2019. Per via Giambellino 150 (edificio a V su via Segneri, Piazza Tirana e via Giambellino) è in fase di definizione il layout di progetto dopo il cambiamento del suo destino: da ristrutturazione a demolizione e ricostruzione.