-->

La mia candidatura autonoma per un partito forte e solidale

"Abbiamo voluto fortemente partire da qui, da un circolo che vuole essere un simbolo del PD che abbiamo in mente. Un PD che metta al centro le esigenze degli iscritti, che deve essere fortemente radicato nei territori, fra le contraddizioni e le risorse migliori del tessuto sociale in cui si inserisce, aperto anche per chi non vuole iscriversi, ma dare il suo contributo su temi specifici, in dialogo costante con le Istituzioni, le associazioni, i quartieri". David Gentili lancia la sua candidatura a Segretario del PD dell'Area Metropolitana Milanese da un circolo di periferia, quello di Via Padova.
Appesi alla parete una foto di un ristorante messicano gestito da ragazzi cinesi e una lavagna che serve per insegnare l'italiano agli stranieri, danno subito la dimensione del lavoro che qui viene fatto quotidianamente dagli iscritti di questo circolo. "La mia è una candidatura trasversale, che non ha dovuto aspettare nessun ok da Roma, nessun accordo di corrente dell'ultimo minuto. Fra chi mi sostiene ci sono sostenitore di tutti i candidati che si confronteranno per la Segreteria Nazionale, che in modo spontaneo hanno scelto di condividere questo splendido percorso. Sosterrò Gianni Cuperlo e ho sottoscritto la sua candidatura. Trovo molto interessanti ed utili per il Partito le proposte che Pippo Civati sta facendo, la sua carica innovativa, in particolare la sua attenzione al ruolo che devono avere gli iscritti all’interno del Partito. E di Renzi apprezzo l’indiscutibile capacità di mettere in discussione lo status quo del Partito, dandoci la possibilità di riflettere sulla nostra organizzazione. La mia candidatura non esisterebbe senza la squadra che ho al mio fianco". Al fianco di David sono seduti Fabio Arrigoni (Presidente del Consiglio di Zona 1), Lamberto Bertolé, Capogruppo del PD in Consiglio Comunale, Beatrice Uguccioni (Presidente del Consiglio di Zona 9), Giacomo Marossi (Segretario dei Giovani Democratici di Milano) e Annapaola Cova (Segretaria del Circolo PD di via Padova), ma a sottoscrivere la sua candidatura sono state 491 persone fra iscritti, segretari di circolo, coordinatori di Zona e amministratori locali. "Questo Congresso ci deve aiutare a trovare le parole chiave della linea politica che dovremo tenere nei prossimi anni. Mi spenderò affinché parole come solidarietà, uguaglianza, diritti, pari opportunità, legalità, etica siano messe in cima all’agenda politica del PD dell’Area Metropolitana Milanese".

Nessun commento: