-->

6 ottobre 2020

Da Igor Bidilo a Giosofatto Molluso. Passando per due locali. Uno in Corso Monforte l'altro in piazza Diaz e da un professore della Bocconi.

Igor Bidilo lo descrivono come un ingegnere kazako che ha guadagnato miliardi in Russia con il petrolio. Ora è finito sotto inchiesta in Svizzera e in Italia con accuse di riciclaggio internazionale. "In questi anni si è comprato mezza Siena, perfino il marchio delle pasticceria Nannini". Così scrivono Leo Sisti e Paolo Biondani su l'Espresso, che hanno informato che l’oligarca, il cui nome era nei Fincen Filese è finito sotto inchiesta con l'accusa di riciclaggio

"Un flusso di 10 milioni, usciti dalla Svizzera e incassati dal gruppo di Siena: a mandare i soldi in Italia è una società di Cipro, che però li aveva appena ricevuti da una offshore delle Isole Vergini, a sua volta finanziata dalla Somitekno (riconducibile a Bidilo secondo la procura senese). Tre bonifici con la stessa cifra, eseguiti lo stesso giorno".

La Sielna di cui Bidolo è titolare effettivo, ha fatto investimenti non solo a Siena, ma anche a Milano. Il Valentino vintage in Corso Monforte 16 e il Nannini in piazza Diaz 7.

Lo strumento operativo era la Real 2 ora Caffetterie Nannini Italia srl. Nel 2018 Procuratore speciale della Caffetteria Nannini Italia srl era Vincenzo Morabito. Prima di lui Bruno Romeo, figlio di Salvatore Romeo e nipote di Giosofatto Molluso. Entrambi appartenenti alla criminalità organizzata di origine calabrese.

Vincenzo Morabito, ci dice Davide Milosa de Il Fatto, viene citato negli atti dell’indagine “Mensa dei poveri” Si legge di seguito: “Morabito” ha “partecipazioni in numerose società (…) dalla consulenza aziendale alla ristorazione agli affari immobiliari”. Una, la Hermas srl, è proprietaria del ristorante Valentino Vintage di corso Monforte 16. “Presso queste società – scrivono i carabinieri – è stabile il legame tra Morabito e Romeo, il quale ricopre la qualifica di procuratore”. I due vanno in tandem. Di più: l’incremento di reddito di Morabito “passato da 99 mila euro nel 2011 a 421 mila nel 2015” corrisponde alla “stessa epoca in cui Bruno Romeo è comparso nelle società”.

Morabito è professore associato presso università Bocconi e ricopre 22 ruoli in 18 società. Possiede più società nell'ambito della consulenza sui sistemi informativi ed organizzazione, coerente con la sua materia d’insegnamento.

Nessun commento: