-->

14 agosto 2019 A maggio 2015 Blackstone acquistava per 130 milioni di euro un pacchetto di immobili costituito principalmente da Palazzo Broggi (ex Poste) ora affittato a Starbucks, l'adiacente palazzo di via Cordusio 3 e il palazzo di via Santa Margherita 3. E' notizia di oggi, a distanza di 4 anni, che Blackstone venderà per 100 milioni di euro, il solo palazzo di via Santa Margherita. Dovrà scegliere tra due concorrenti: un fondo sottoscritto da Enpam, l'ente previdenziale dei medici, oppure un "club deal", un'associazione di investitori, coordinato da Mediobanca private banking. Complimenti!

Altre dichiarazioni/tweet/postFb

7 agosto 2019 Se qualcuno si fosse perso l'articolo di Giampiero Rossi sul Corriere lo rilancio alcuni fatti citati: in Afol fu assunta la moglie di Nino Caianiello (il Mullah, in carcere per corruzione e autoricicclaggio); il vecchio Cda non aveva neanche richiesto alla Dda le carte dell'inchiesta e aveva avallato un aumento di stipendio per il Direttore generale (prima che finisse indagato per istigazione alla corruzione nella stessa inchiesta proprio per le intercettazioni con Caianiello). Nell'articolo viene riportata una mia denuncia, pubblicata giorni fa, relativa alla presenza di CAF riconducibili a Falvo (ex presidente di AFOL e ora indagato per voto di scambio mafioso) e due dichiarazioni. La prima sulle molte segnalazioni preoccupate e preoccupanti che giungono dall'azienda. La seconda che richiama all'asse Busto Arsizio-AFOL: Alessandro Tallarida, assunto dal 2013 in AFOL è fratello di Francesca, capo gruppo di Forza Italia a Busto Arsizio dal gennaio 2019. Attenzione questi sono i Tallarida generazione bustocca di Oppido Mamertina, non i Tallarida di Santa Cristina d'Aspromonte. A cui appartiene Orazio attuale consigliere comunale che lasciò a Francesca l'incarico di capo gruppo.

3 agosto 2019 Dopo anni di incuria, mancata manutenzione, scandali, Ferrovienord fa la voce grossa: "Abbattiamo gli alberi di via Filarete!" Li sostituiranno con alberature più basse. E, nonostante i residenti siano fermamente contrari, arrivano a sostenere che, così facendo miglioreranno l'estetica della via. Dopo anni di incuria ci vuole poco a renderla migliore di oggi. L'abbattimento degli alberi sono sicuro che peggiorerà, senza se e senza ma, la qualità della vita. Le grida di allarme caduta è dal 2011 che le ascoltiamo. Da allora non sono riusciti ad avanzare proposte alternative: rete anticaduta, rifacimento del muro di contenimento, manutenzione costante. Ad agosto, magari il 15, agiranno, di mattina presto o sera tardi. Per chi vuole dare una mano, in chat privata lo metto in contatto con il Comitato.

31 luglio 2019  Ortomercato: in un articolo comparso ieri sul Corriere della Sera, in cui si dà notizia del trasferimento e del demansionamento del Direttore Generale di Sogemi, indagato per corruzione e turbativa d'asta, viene scritto che a fine luglio, la società "ha voluto creare un nuovo albo delle cooperative", concludendo però, amaramente, che "alla fine i nomi in circolazione sono rimasti gli stessi". In realtà il pericolo è presente nei continui ingressi di cooperative apparentemente nuove, che però rilevano da un'altra precedente coop, posta in liquidazione, i lavoratori, i contratti, i mezzi e mai i debiti. Generando una filiera viziosa da interrompere.   

20 luglio 2019 Io e Transparency International avevamo avanzato due semplici, ma importanti proposte di modifica al testo di recepimento della V Direttiva europea antiriciclaggio: obbligare le Pubbliche Amministrazioni a richiedere il titolare effettivo (il reale proprietario o beneficiario ultimo) agli enti con cui entrano in relazione e rendere gratuito per le PA l'accesso allo specifico registro dei titolari effettivi che partirà (doveva partire a luglio 2018) nei prossimi mesi presso le Camere di Commercio. Bocciate entrambe! Complimenti ai governanti e ai loro burocrati.

15 luglio 2019 "Ci sono 150 miliardi nelle cassette di sicurezza. L'emersione di questo contante è prioritaria". La proposta è stata presentata dal sottosegretario all'Economia Massimo Bitonci durante l'incontro odierno con le parti sociali.
Bitonci ha spiegato che il maxi condono (riduzione che potrebbe arrivare ad un terzo delle tasse dovute) riguarderà solo le somme frutto di evasione fiscale, non ci dice però come farà a distinguere quei contanti, quei preziosi, quei lingotti, da quelli frutto di reati più gravi: spaccio, usura, estorsione, associazione mafiosa.Immagino che parecchi mafiosi e i loro consulenti stiano ora considerando anche questa vergognosa possibilità, seguendo l'esempio dei loro "colleghi" che li hanno preceduti negli anni passati.

1 luglio 2019 La preoccupazione che le Olimpiadi del 2026 possano diventare strumento di corruzione oppure cibo prelibato per le aziende mafiose è inferiore alla preoccupazione che ho per gli investimenti immobiliari che piomberanno nella Città Metropolitana di Milano nei prossimi 10 anni: 13 miliardi di euro. Quanto saremo in grado di sapere chi siano i reali investitori, i cosiddetti titolari effettivi, e quanto saremo in grado di controllare chi entra a lavorare nei cantieri di privati che investiranno su aree di proprietà pubblica e di quelli che svilupperanno aree proprie convenzionandole con la PA? Bisogna cominciare a lavorare, da subito, per un protocollo di legalità che copra le aree ferroviarie dismesse. Bisogna cominciare, sistematicamente, a richiedere i titolari effettivi nelle concessioni e nelle convenzioni e autorizzazioni urbanistiche.
24 giugno 2019 Il Comune non aderirà alla cosiddetta pace fiscale inserita nel decreto crescita del Governo, così come nel 2017 non ha aderito al condono proposto dal governo di centrosinistra. Per ragioni di equità nei confronti dei cittadini in regola coi pagamenti.
“Un governo serio – ha detto Tasca - dovrebbe muoversi con la stessa determinazione e fornire agli Enti Locali gli strumenti più adeguati per consentire la riscossione delle somme evase... La lotta all'evasione avviene soprattutto tramite l’uso di Big Data". Proposte: accesso gratuito, anche in via telematica, a tutti i dati rilevanti detenuti da uffici pubblici e da soggetti gestori di pubblici servizi, Enti previdenziali, le Camere di Commercio, il Pubblico registro automobilistico, i fornitori di energia elettrica, gas, acqua, accesso agli ISEE in possesso dell’INPS. Chissà gli elettori dei 5 Stelle cosa penseranno...

Nessun commento: