-->

Dichiarazioni/tweet/postFb

8 LUGLIO 2020  - Bond con in pancia crediti di 'ndrangheta. "A svelarlo è il Financial Times, che ha ricostruito i passaggi che hanno portato alla costruzione del prodotto finanziario, le cui obbligazioni, del valore di oltre un miliardo, sono state messe in vendita tra il 2015 e il 2019". Tra pochi giorni si ricorda Giorgio Ambrosoli. La sua vita e la sua morte. Allora il legame tra Sindona e Bontate era diretto. Ora la filiera si è allungata. In troppi non si chiedono da dove arrivino i soldi. Li incassano e non fanno domande. Zitti. Li investono, acquistano, vendono, costruiscono case e prodotti finanziari. Il problema è serio. Come allora. Forse anche di più. 

31 MAGGIO 2020 - Sulle pagine di Repubblica Bonomi, presidente di Confindustria, sembra scendere in campo. Critica con toni inaccettabili da peggior demagogo-populista la politica. La politica in genere. Neanche il governo. Addirittura chiunque abbia governato negli ultimi decenni. Rilancia sulla produttività, sugli investimenti, criticando il reddito di cittadinanza. E fa un'autocritica che sa di propaganda elettorale: "Abbiamo sbagliato a votare nel marzo 2018......è stato un voto contro un intero ceto dirigente, dunque anche contro di noi". Si apre una fase molto delicata. C'è bisogno di confronto, unità e determinazione. 

17 MAGGIO 2020 - Gad Lerner lascia Repubblica. "Mi ero imposto di aspettare, di non fare scelte affrettate, benché suonasse forte e chiaro il messaggio contenuto nel licenziamento senza preavviso di Carlo Verdelli. A parte quel gesto, la nuova proprietà ha ritenuto di esporre solo per vaghi accenni il progetto industriale e giornalistico intrapreso. Ma nel frattempo, in poche settimane, Repubblica è già cambiata. Non la riconosco più. Per questo, pur ringraziando il nuovo direttore che mi aveva chiesto di proseguire la collaborazione, preferisco interromperla qui. Saluto con affetto e riconoscenza tutti i colleghi, a cominciare dal fondatore Eugenio Scalfari". La preoccupazione cresce. 17 MAGGIO 2020 - Meno male che ogni tanto si torna a parlare di dipendenze e di diffusione delle droghe.
Il consumo di cocaina nel Regno Unito, secondo la sezione antidroga della National Crime Agency (Nca), è cresciuto del 300% negli ultimi dieci anni. Lo scrive oggi Repubblica traducendo un articolo del Times. Il business è in mano alla mafia albanese, riuscita "ad abbassare i prezzi — ora ai minimi dal 1990 — e alzare la qualità della “roba” contrattando direttamente con i cartelli sudamericani" e sempre più presente anche nel nord Italia. Aggiungo io.
La droga arriva dal Belgio e dall'Olanda. Dalle relazioni dell'antidroga europea e italiana si evidenzia che negli ultimi anni i sequestri ad Anversa e Rotterdam sono in crescita, così come quelli a Livorno e Genova, rispetto a Gioia Tauro.
Repubblica sottolinea che per il consumo di cocaina oltremanica non c’è più alcuna distinzione o classe sociale e l’incremento più alto si individua tra i ragazzi tra 20 e 24 anni.

14 MAGGIO 2020 - Regolarizzazione lavori agricoli, colf e badanti. A me pare un'ottima soluzione quella individuata dal Governo.
Permane la sospensione e poi l'estinzione, se la procedura va a buon fine, per ciò che concerne il datore di lavoro dei procedimenti penali e amministrativi per l'impiego dei lavoratori per cui è stata presentata la dichiarazione di emersione. Per ciò che concerne la persona migrante i procedimenti per ingresso e soggiorno illegale in Italia.
Non saranno sospesi i procedimenti penali a carico dei datori di lavoro per caporalato, favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, reati legati allo sfruttamento della prostituzione e al reclutamento di minori per attività illecite, riduzione in schiavitù.
Causa di inammissibilità la condanna del datore negli ultimi cinque anni, anche con sentenza non definitiva, per gli stessi reati e allo stesso modo, non sono ammessi alle procedure gli stranieri con provvedimenti di espulsione, segnalati per terrorismo, condannati per delitti contro la libertà personale, droga, favoreggiamento della prostituzione o «considerati una minaccia per l'ordine pubblico o la sicurezza dello Stato.

13 MAGGIO 2020 - Contrasto al riciclaggio a Milano. Nella seduta di commissione Antimafia odierna sono stati aggiornati i dati dell'applicazione della legge 231 del 2007. L'ufficio di lotta al riciclaggio, che ha iniziato il suo prezioso lavoro nel 2014, ha ad oggi formalizzato 23 invii di informazioni e dati sospetti, che segnalano operazioni a rischio riciclaggio all'Unità di Informazione Finanziaria.
Segnalazioni che hanno riguardato 303 operazioni di maggiore rilevanza e significatività per un totale di 144 milioni di euro circa, per una movimentazione totale di capitale pari a non meno di 1 miliardo e 110 milioni di euro, 234 società e 210 persone fisiche segnalate.
Ho chiesto agli uffici di controllare, in particolare in questo periodo, i cambi degli assetti societari nelle aziende che investono nella ristorazione e quelle che hanno in gestione appalti. La liquidità di evasori e mafiosi fa gola a molti...
Ringrazio i dirigenti, i funzionario e che si adoperano con passione e competenza per questa eccezionale opera di tutela della libera e sana concorrenza di mercato nel nostro territorio.

8 MAGGIO 2020 - Non è accettabile il pesante carico volumetrico di funzioni commerciali, terziarie e alberghiere. Va salvaguardato il verde. Va ridotta l'impermeabilizzazione del suolo. La scelta migliore era mantenere il Meazza. Ma non mi impicco. Se la rifunzionalizzazione però è questa... Proseguiamo nel dialogo. L'aumento delle volumetrie è irricevibile. Bene l'accettazione della nuova patrimonializzazione dello stadio. bene il pagamento del canone dal primo anno.

8 MARZO 2020 - Giuseppe Sala.
LOCKDOWN - Cominciamo dalla sostanza. Dobbiamo cambiare le nostre abitudini di vita, dobbiamo evitare il più possibile contatti non strettamente necessari. E ve lo dice uno che in queste settimane ha sempre sostenuto che le regole vanno applicate e non discusse, ma che ha anche cercato di mantenere alta la speranza e la volontà di non fermarsi di fronte alle difficoltà. Per cui il mio invito, semplicemente, è di stare in casa il più possibile. Diamo una dimostrazione di realismo e di buon senso. Solo se saremo uniti e non minimizzeremo la situazione potremo superare questo momento difficile. Spieghiamolo bene ai nostri figli, prendiamoci cura degli anziani. Tenendo presente un punto fondamentale: capire come si sta agendo per adeguare le struttura sanitaria delle nostre Regioni dell’emergenza.
Detto ciò, ribadisco il mio pensiero. Lunedì scorso in Consiglio Comunale ho ricordato che il Direttore della Virologia del più grande ospedale tedesco (lo Charitè di Berlino) afferma che questo virus si ripresenterà probabilmente anche l’inverno prossimo. Da qui parto per dire che è più che ovvio che siamo in emergenza sanitaria, ma il blocco di un quarto del Paese (che però in termini economici vale tre quarti) produrrà danni incalcolabili alle famiglie italiane. Non per qualche settimana, ma per un lungo periodo. Non è una questione di PIL, ma di reddito familiare. Di chi perderà il lavoro, di chi è già in difficoltà e vedrà peggiorare la sua situazione. Mi aspetto dal Governo una risposta rapida e decisa su questo fronte, che non si risolva in misure fiscali ma che preveda forti iniezioni di liquidità. Sono già pronto per lavorarci con tutte le Istituzioni. Si vive sempre giorno per giorno, ma una comunità che non riesce a guardare avanti è persa. Serve un grande investimento finanziario per supportare un territorio che traina l’Italia da decine di anni.
E infine una piccola ma doverosa questione di merito. Milano, piaccia o no, è il cuore del Paese. Stamattina ho ascoltato il Presidente del Consiglio lamentarsi della fuga di notizie. Non va bene, infatti, che il Sindaco e il Prefetto di Milano sappiano di queste norme dai media.
Detto tutto ciò garantisco il mio massimo impegno per far sì che le decisioni prese trovino la migliore applicazione possibile, sapendo che non sono ancora sufficientemente chiare e che lo dovranno diventare in fretta. Servirà tanto, tanto buon senso. Di chi governa e dei singoli cittadini.

4 marzo 2020 - Il nostro Paese sta attraversando ore difficilissime di paura, preoccupazione, incertezza. La nostra città é più che mai centro e simbolo di questa crisi sanitaria, economica e sociale e il nostro ruolo istituzionale e politico non può che richiamarsi al massimo sforzo di responsabilità fuori anche dalle liturgie della politica. Un dovere questo che sentiamo forte e che abbiamo proposto senza successo anche ai gruppi di centrodestra attraverso la traduzione di tutti i nostri emendamenti al bilancio in un uno solo e chiaro: un fondo che aiuti la città ad affrontare questa emergenza con particolare riferimento ai mondi del lavoro, alle famiglie che affrontano la chiusura delle scuole, ai cittadini più anziani e fragili. Pensiamo che, in attesa di ripensare più complessivamente le economie comunali appena ci saranno dati consolidati e ben consci che servono soprattutto provvedimenti straordinari da governo e regione, servisse dare un segnale di serietà e concretezza alla città. Siamo soddisfatti che su questa proposta ci siamo ritrovati coesi come maggioranza, Milano in comune e movimento 5 stelle in un momento così delicato. Chi ha preferito continuare con l'ostruzionismo e la retorica populista e pretestuosa ne risponda davanti alla città e ai cittadini.
Milano Progressista, Partito Democratico, Alleanza civica Milano, Milano in comune, Movimento 5 stelle

30 gennaio 2020 - L’assessore regionale Raffaele Cattaneo, criticando la scelta di bloccare il traffico ha consigliato al Comune di Milano di dare incentivi per cambiare le caldaie. Lo informo - dice Marco Granelli - che lo abbiamo già fatto, fin dal maggio 2017, mettendo 22 milioni di € del Comune a disposizione dei cittadini per sostituire le caldaie, coibentare gli edifici, fare tetti e pareti verdi. Così già 130 condomini a Milano con quasi 5 di quei milioni, hanno potuto incominciare a risparmiare sul riscaldamento (fino al 50%) e a DIMINUIRE LE EMISSIONI INQUINANTI: meno inquinamento, più risparmio per le famiglie. Ogni progetto riceve contributi a fondo perduto tra il 5 e il 35% dell’intera spesa, oltre alle detrazioni fiscali dello Stato sulla quota restante. Uno dei maggiori inquinanti gli ossidi di azoto vengono prodotti per il 75% dalle auto. Noi proseguiamo nella politica per diminuire il traffico (Area C - 35%, Area B - 12%), per migliorare il parco veicoli circolante (8 milioni di incentivi per cittadini e imprese per rottamare i vecchi diesel), per bloccare in maniera strutturale i veicoli più inquinanti (Area B con le nuove 30 telecamere in azione da questi giorni), per potenziare il trasporto pubblico (13 milioni di km-vettura in più dal 2011 al 2019 e, dal 2021/23 una nuova metropolitana la M4), per prolungare le metropolitane anche oltre i confini urbani ( M1 Cinisello balsamo, M5 Monza, M1 Settimo milanese e Cesano Boscone, ecc), per sviluppare misure innovative come lo sharing di auto, scooter, bici, monopattini o il car pooling, tutte misure che stanno già dando dei risultati. La sola cosa che chiedo - conclude Granelli - è che cosa sta facendo la Regione per migliorare la qualità dell’aria che respiriamo. Di certo so che ha tolto 3,4 milioni di € a Milano, Monza, Lodi e Pavia per il trasporto pubblico.

24 gennaio 2020Giuseppe Graviano parla e probabilmente parlerà ancora nel PROCESSO 'NDRANGHETA STRAGISTA: «Se volete scoprire veri mandanti delle stragi indagate sul mio arresto». Bianconi sul Corriere ricorda che Graviano fu arrestato a Milano il 27 gennaio 1994, in compagnia del fratello Filippo e del palermitano Giuseppe D'Agostino, padre dell'ex calciatore Gaetano che ha giocato in serie A. «D'Agostino è stato coinvolto a sua insaputa — dice oggi Graviano —, era la prima volta che veniva a Milano, l'hanno avvicinato con la storia che doveva far fare al figlio un provino con il Milan... Se indagate su questo arriverete ai mandanti delle stragi». E noto, perché è emerso nei processi a suo carico, che a segnalare al Milan l'allora calciatore bambino fu Marcello Dell'Utri. Durante il processo Graviano ha parlato anche del nonno che investi a Milano all'inizio degli anni settanta e del cugino che ne proseguì gli affari. Fu lui in particolare,secondo quanto Graviano disse a Fiammetta Borsellino, come ricorda Lillo su Il Fatto, ad incontrare Silvio Berlusconi.

17 gennaio 2020Ultime notizie da Abbiategrasso sul concerto del neomelodico Niko Pandetta. Annullato il concerto. "Alle dichiarazioni del sindaco Cesare Nai («Non sono arrivate richieste, non c’è nessun via libera») rilasciate sul quotidiano "Il Giorno" di martedì 14 gennaio... rispondono con i fatti gli organizzatori (i titolari del bar Las Vegas di via Legnano): proprio nella giornata di ieri, la richiesta è stata protocollata, dunque ad oggi c’è e al sindaco toccherà gestirla... chiederemo i danni al comune". Poi oggi la notizia rilanciata oggi sul sito linkato sotto; concerto annullato! Ma chi sono gli organizzatori: uno di questi è Paolo Errante Parrino viene così descritto da un'informativa dei carabinieri di alcuni anni fa: "... nato a Castelvetrano il 1° novembre 1946, facente parte in passato di una cosca mafiosa siciliana, reato per il quale ha già scontato vari anni di carcere. L'ERRANTE PARRINO Paolo Aurelio è coniugato con la signora ........., la quale ha in gestione un Bar Sala Giochi denominato "Las Vegas" sedente in Abbiategrasso in via Legnano n. 57, frequentato assiduamente da pregiudicati e persone di dubbia moralità...". Ecco. Ora sarebbe bene verificare perché questo tour.

9 gennaio 2020Questo pomeriggio ho presentato una mozione e ho chiesto all'assessore di interrompere la procedura amministrativa che porterà alla permuta dell'AREA DI VIA CICLAMINI con l'area di via San Cristoforo. Uno scambio d'aree che non convince. Che coinvolge un'area verde di 3500 mq che verrebbe irrimediabilmente persa. E' vero che se ne guadagnerebbe un'altra in Piazza delle Milizie. Ma non funziona. Non può funzionare così. Troviamo altre soluzioni.

8 gennaio 2020Chi acquisterà PORTA ROMANA? Entro fine giugno Sistemi Urbani individuerà il nuovo proprietario dell'area. Sarà complicato con le norme attuali capire chi siano i TITOLARI EFFETTIVI degli enti che parteciperanno alla gara. Sarà bene fare uno sforzo maggiore al fine di garantire trasparenza degli assetti societari degli investitori privati che cambieranno il volto alla nostra città. Peccato che Umberto Lebruto Amministratore Delegato Sistemi Urbani non abbia risposto alla mia proposta di sottoscrivere con gli sviluppatori delle aree ferroviarie un protocollo di legalità al pari di Expo al fine di individuare regole condivise da tutti, che diano garanzie perché l'operazione urbanistica non diventi un piatto ghiotto per i riciclatori. Proseguirò sul tema convocando a breve una commissione antimafia.

23 dicembre 2019Il serio problema è che alla 'ndrangheta dal 1992 al giugno 2019 sono stati definitivamente confiscati solamente 2 miliardi e 129 milioni di euro di beni. A fronte dei 7 miliardi e 226 milioni di euro di BENI CONFISCATI a Cosa Nostra. E qualcuno sostiene che solamente "la criminalità organizzata calabrese" arrivi ad un fatturato di 24 miliardi annui. Leggi efficaci per i sequestri patrimoniali ci sono. Mancano donne e uomini sufficienti per applicarle come dovrebbero. Il potere delle cosche calabresi ha ormai superato quello della mafia siciliana. Le ‘ndrine sono in tutti i continenti, ma hanno scelto la strategia dell’inabissamento: meno violenza più affari puntando sui rapporti con la massoneria

7 dicembre 2019Dodicesimo APERITIVO NO-SLOT. Venerdì 13 dicembre. Giambella Style-Birreria sociale con mangiatoia. Via Giambellino, 39. La legge di Bilancio per il 2020 e la conversione in legge del Decreto Fiscale contengono al loro interno numerosi provvedimenti sul tema. Preoccupa l’articolo 92 della Legge di Bilancio che prevede un incremento del 2% delle licenze per VLT (VideoLottery), che determinerebbe un aumento dell’offerta portando il numero delle licenze a 58mila. Intanto la sentenza del Consiglio di Stato n. 1460 del 5/2/2019, con cui viene stabilito il rispetto del limite massimo dell'orario di chiusura giornaliera dei giochi leciti di sei ore, rischia di fare danni e di rendere ininfluenti le ordinanze di Milano. E' bene trovarsi venerdì prossimo!

29 novembre 2019Domani non contribuirò all'iniziativa del Banco Alimentare. Il gruppo consiliare di Milano Progressista ha chiesto agli organizzatori di rescindere il contratto di collaborazione con BRAN-CO dopo l'articolo comparso sulla rivista Altreconomia di febbraio, che trovate sotto. Non hanno risposto. BranCo è una realtà collegata strettamente a Lealtà e Azione. Come si evince dal sito dell'associazione. "Una branca", "...di un gruppo politico che affonda le radici in Codreanu e Degrelle". Che ha quindi, come riferimenti culturali, due uomini del secolo scorso legati alle ideologie nazifasciste, antisemite e negazioniste. BranCo aiuterà solamente le famiglie di italiani, dando una connotazione politica al sapore di razzismo ai prodotti che i cittadini milanesi generosamente consegneranno agli eccezionali volontari che Banco Alimentare coinvolgerà. Lo troviamo inaccettabile. Con Anita Pirovano, Emmanuel Conte, Paolo Limonta, Natascia Tosoni

29 novembre 2019 - Nella bozza del testo della LEGGE DI STABILITA' si interviene sul GIOCO D'AZZARDO. Oltre all'aumento sul prelievo, si anticipa di due anni la gara per il rinnovo delle concessioni, diminuendo la presenza degli apparecchi AWP e diminuendo il numero di licenze per gli esercizi (bar e tabacchi) da 100 mila a 35.000.  Al comma 9 però viene scritto che sarà il MEF a fissare regole uniformi per tutto il territorio nazionale in ordine alla distribuzione dei punti di gioco. In barba ai regolamenti comunali e alle leggi regionali. Si salta anche l'interlocuzione con la Conferenza Stato Regioni. Così non può funzionare. Non si può buttare nel cestino una serie di buone prassi consolidate negli anni. Non si dice nulla in merito alla regolazione degli orari di apertura. E questa, invece, è una buona notizia.

28 ottobre 2019 - NUOVO STADIO. Non dovevamo votare sull'interesse pubblico. Lo farà la Giunta e noi voteremo l'atto finale. Dovevamo dare un indirizzo. E l'indirizzo lo abbiamo dato: diminuzione delle volumetrie, la vocazione sportiva sia prevalente rispetto a tutte le altre funzioni; l'analisi economica e il piano finanziario deve prevedere specifiche garanzie economiche a favore del comune di Milano; tutela della tempistica di esecuzione delle opere in caso di cambio di assetto proprietario; riduzione della durata della concessione, per renderla coerente con la rispondenza a criteri di sostenibilità del progetto nel tempo e con gli interessi economico-finanziari del Comune; connettere l'area con le aree verdi circostanti e ai progetti urbanistici previsti (ex-trotter). Domani audiamo Hines. Prevedere negli atti richiesti una dichiarazione nella quale il proponente indichi i rispettivi titolari effettivi così come definiti dal D.Lgs 231/2007, la normativa antiriciclaggio. Di questo ultimo punto vado particolarmente orgoglioso. Milano Progressista è intervenuta in aula con Emmanuel Conte, Natascia Tosoni e Anita Pirovano. Pubblicheremo i nostri interventi in modo possiate cogliere il nostro contributo.

12 ottobre 2019 - Il ruolo degli albanesi kossovari nel TRAFFICO DI DROGA al nord cresce. Prova sono i 32 arresti a Brescia, Bergamo, Monza, Reggio Emilia e Bolzano, 157 chili di droga sequestrati che avrebbe fruttato almeno 6 milioni di euro. Il traffico di droga come certificato dal Dipartimento delle politiche antidroga nella relazione annuale presentata a ottobre 2018 rappresenta il 75% di tutte le attività illegali. I ricavi sono ingenti e, se le pene sono maggiori a quelle per traffico di rifiuti, producono enormi ricchezze a fronte di un mercato stabile. Secondo la Procura Nazionale Antimafia (stime UNDOC) il mercato della droga in Italia vale attualmente 30 miliardi di euro.

8 ottobre 2019Operazione Feudo: 11 arresti per TRAFFICO ILLECITO DI RIFIUTI grazie ad una indagine dei carabinieri forestali, coordinata dalla Dda di Milano (Silvia Bonardi e Alessandra Dolci). Al vertice persone di origine calabrese, il capo residente a Erba, tutti con numerosi precedenti penali. Gestivano rifiuti urbani e industriali provenienti da impianti campani intermediati da una società di Acerra, grazie alla disponibilità di trasportatori di fiducia e al ruolo da protagonista svolto da un impianto di trattamento autorizzato in provincia di Como, reale snodo del traffico, da lì venivano stipate in aree industriali dismesse in Lombardia, date poi alle fiamme, oppure spedite in Calabria. A disposizione del sodalizio anche una professionista in campo ambientale di Como e il proprietario della ex-Snia di Varedo. Profitti da 1,7 milioni in un anno. Nel processo per l'incendio di via Chiasserini dell'14 ottobre 2018 i profitti nel giro di sei mesi furono di un milione e 400 mila euro. Donata Costa, pm per via Chiasserini, lancia l'allarme: per le pene comminate conviene più della droga. 

29 settembre 2019"Uno dei più colossali casi di RICICLAGGIO di denaro nella storia della criminalità organizzata in Italia". Così lo descrive l'Avvenire. Grazie al GIOCO D'AZZARDO ONLINE. Un giro d'affari spaventoso, pari a 4.8 miliardi di euro. Ieri sono state chiuse le indagini dell'inchiesta Galassia coordinata dalla Procura Nazionale Antimafia. Indagato per riciclaggio anche il presidente dell'associazione FederBet, un'organizzazione anti Match Fixing, Paolo Tavarelli. La scorsa estate la Cassazione aveva confermato, nei suoi confronti, il sequestro preventivo pari a 39.5 milioni di euro. Staremo a vedere. Gli indagati possono produrre memorie difensive, prima della richiesta di rinvio a giudizio, poi, tra 20 giorni, la decisione. La storia è veramente inquietante, Malta, Austria (altri 40 milioni sequestrati), Olanda, Reggio Calabria i Tegano, la Puglia con i Martiradonna. Ad oggi sul sito di Federbet proseguono le denunce delle partite a rischio per eccesso di giocate anomale e Tavarelli viene citato, ancora, come Presidente e amico.

28 settembre 2019 - INTERDITTIVA ANTIMAFIA alla NEWPOL, aggiudicataria del delicatissimo appalto della guardiania nei cantieri M4. Dopo due anni dalle indagini di Napoli che avevano coinvolto i vertici dell'azienda di Paderno Dugnano, la Prefettura di Milano ha deciso di non accettare la richiesta di iscrizione nella white list. La Polizia Locale di Milano aveva immediatamente avanzato i dubbi. La Newpol, protagonista di una storia che ha dell'incredibile, è anche subappaltatrice della sorveglianza nei cimiteri. Ora ai sensi dell'articolo 32 del decreto 90 del 2014 la Prefettura valuterà se commissariare l'azienda e dare la possibilità di terminare gli appalti di servizio contrattualizzati, oppure di interromperli immediatamente.

14 settembre 2019 In Italia l'85% delle transazioni avviene con il contante. A Malta il 92%. In Danimarca il 20%. Le 4 mosse preparate dal governo per favorire i PAGAMENTI TRACCIATI: incentivi agli esercenti e stop a commissioni per micropagamenti; detrazioni per chi paga con moneta elettronica o bonifico; sanzioni a chi evade l'obbligo di avere il Pos; per i pagamenti alla pubblica amministrazione o ad aziende pubbliche niente contante. 

1 settembre 2019 - Matthijs de Ligt, nuovo difensore della Juventus, acquistato dall'Ajax, per 75 milioni di euro, avrà un contratto di 7 milioni e mezzo netti all'anno. L'aliquota IRPEF che gli verrà applicata sarà quella del 24%. Inferiore di tre punti percentuali a quella applicata ad un impiegato che guadagna 20 mila euro nette all'anno (1.500 € per 13 mensilità). Questi gli effetti degli sconti assicurati dal DECRETO CRESCITA (Lega/M5S) applicato agli sportivi, sia cervelli che rimpatriano, sia campioni o presunti tali (de Ligt ieri il peggior bianconero) che trasferiscono la loro residenza in Italia. Una vergogna. Un decreto quello n° 58 del 28 giugno 2019, al pari di quelli Salvini, assolutamente da modificare.


30 agosto 2019 - Purdue Farma, azienda che produce l'Oxicontin farmaco che ha come principio attivo un potente analgesico, ha offerto una somma tra 10 e 12 miliardi di dollari per chiudere tutti i contenziosi prima del processo che la vede sul banco degli imputati. Le morti per OPPIOIDI negli Usa hanno raggiunto i 400mila negli ultimi 20 anni (in diminuzione dal 2017 al 2018). Secondo Il Sole 24 Ore gli analisti si spingono, a sostenere che le 2000 cause avviate in 45 stati costeranno ai big-pharma, fino a 150 miliardi di dollari. Superiore al costo delle cause intentate alle grandi aziende di sigarette: 125 miliardi. Degli oppiodi, e del Tramadolo in particolare, si parla anche nella relazione annuale della Procura Nazionale Antimafia nel capitolo sul MERCATO "ILLEGALE" DELLE DROGHE. Di droga bisogna parlare sempre più, fondamentale aumentare i mezzi, le risorse e uomini per il suo contrasto.

23 agosto 2019 - Udinese - Milan il primo derby lussemburghese nella storia del calcio italiano. Sono ben 8 le società sportive calcistiche di SERIE A ad essere possedute da società straniere che hanno sede in PARADISI FISCALI come il Delaware le Isole Cayman, il Lussemburgo. Questo emerge da un articolo de Il Sole 24 ore di stamattina. Con il decreto sviluppo regaliamo 100 milioni di euro alle stesse società che dribblano la trasparenza e le norme fiscali. Non si può proseguire così: il calcio non può essere una zona franca e privilegiata. Le società che hanno In concessione impianti pubblici devono almeno dichiarare il proprio titolare effettivo. Anche l'Inter non è da meno.

14 agosto 2019 - A maggio 2015 BLACKSTONE acquistava per 130 milioni di euro un pacchetto di immobili costituito principalmente da Palazzo Broggi (ex Poste) ora affittato a Starbucks, l'adiacente palazzo di via Cordusio 3 e il palazzo di via Santa Margherita 3. E' notizia di oggi, a distanza di 4 anni, che Blackstone venderà per 100 milioni di euro, il solo palazzo di via Santa Margherita. Dovrà scegliere tra due concorrenti: un fondo sottoscritto da Enpam, l'ente previdenziale dei medici, oppure un "club deal", un'associazione di investitori, coordinato da Mediobanca private banking. Complimenti!

7 agosto 2019 - Se qualcuno si fosse perso l'articolo di Giampiero Rossi sul Corriere lo rilancio alcuni fatti citati: in AFOL fu assunta la moglie di Nino Caianiello (il Mullah, in carcere per corruzione e autoricicclaggio); il vecchio Cda non aveva neanche richiesto alla Dda le carte dell'inchiesta e aveva avallato un aumento di stipendio per il Direttore generale (prima che finisse indagato per istigazione alla corruzione nella stessa inchiesta proprio per le intercettazioni con Caianiello). Nell'articolo viene riportata una mia denuncia, pubblicata giorni fa, relativa alla presenza di CAF riconducibili a Falvo (ex presidente di AFOL e ora indagato per voto di scambio mafioso) e due dichiarazioni. La prima sulle molte segnalazioni preoccupate e preoccupanti che giungono dall'azienda. La seconda che richiama all'asse Busto Arsizio-AFOL: Alessandro Tallarida, assunto dal 2013 in AFOL è fratello di Francesca, capo gruppo di Forza Italia a Busto Arsizio dal gennaio 2019. Attenzione questi sono i Tallarida generazione bustocca di Oppido Mamertina, non i Tallarida di Santa Cristina d'Aspromonte. A cui appartiene Orazio attuale consigliere comunale che lasciò a Francesca l'incarico di capo gruppo.

3 agosto 2019 - Dopo anni di incuria, mancata manutenzione, scandali, Ferrovienord fa la voce grossa: "Abbattiamo gli ALBERI DI VIA FILARETE!" Li sostituiranno con alberature più basse. E, nonostante i residenti siano fermamente contrari, arrivano a sostenere che, così facendo miglioreranno l'estetica della via. Dopo anni di incuria ci vuole poco a renderla migliore di oggi. L'abbattimento degli alberi sono sicuro che peggiorerà, senza se e senza ma, la qualità della vita. Le grida di allarme caduta è dal 2011 che le ascoltiamo. Da allora non sono riusciti ad avanzare proposte alternative: rete anticaduta, rifacimento del muro di contenimento, manutenzione costante. Ad agosto, magari il 15, agiranno, di mattina presto o sera tardi. Per chi vuole dare una mano, in chat privata lo metto in contatto con il Comitato.

31 luglio 2019 - ORTOMERCATO: in un articolo comparso ieri sul Corriere della Sera, in cui si dà notizia del trasferimento e del demansionamento del Direttore Generale di Sogemi, indagato per corruzione e turbativa d'asta, viene scritto che a fine luglio, la società "ha voluto creare un nuovo albo delle cooperative", concludendo però, amaramente, che "alla fine i nomi in circolazione sono rimasti gli stessi". In realtà il pericolo è presente nei continui ingressi di cooperative apparentemente nuove, che però rilevano da un'altra precedente coop, posta in liquidazione, i lavoratori, i contratti, i mezzi e mai i debiti. Generando una filiera viziosa da interrompere.

20 luglio 2019 - Io e Transparency International avevamo avanzato due semplici, ma importanti proposte di modifica al testo di recepimento della V Direttiva europea antiriciclaggio: obbligare le Pubbliche Amministrazioni a richiedere il TITOLARE EFFETTIVO (il reale proprietario o beneficiario ultimo) agli enti con cui entrano in relazione e rendere gratuito per le PA l'accesso allo specifico registro dei titolari effettivi che partirà (doveva partire a luglio 2018) nei prossimi mesi presso le Camere di Commercio. Bocciate entrambe! Complimenti ai governanti e ai loro burocrati.

15 luglio 2019 - "Ci sono 150 miliardi nelle cassette di sicurezza. L'emersione di questo contante è prioritaria". La proposta è stata presentata dal sottosegretario all'Economia Massimo Bitonci durante l'incontro odierno con le parti sociali.
Bitonci ha spiegato che il MAXI CONDONO (riduzione che potrebbe arrivare ad un terzo delle tasse dovute) riguarderà solo le somme frutto di EVASIONE FISCALE, non ci dice però come farà a distinguere quei contanti, quei preziosi, quei lingotti, da quelli frutto di reati più gravi: spaccio, usura, estorsione, associazione mafiosa.Immagino che parecchi mafiosi e i loro consulenti stiano ora considerando anche questa vergognosa possibilità, seguendo l'esempio dei loro "colleghi" che li hanno preceduti negli anni passati.

1 luglio 2019 - La preoccupazione che le OLIMPIADI 2026 possano diventare strumento di corruzione oppure cibo prelibato per le aziende mafiose è inferiore alla preoccupazione che ho per gli investimenti immobiliari che piomberanno nella Città Metropolitana di Milano nei prossimi 10 anni: 13 miliardi di euro. Quanto saremo in grado di sapere chi siano i reali investitori, i cosiddetti titolari effettivi, e quanto saremo in grado di controllare chi entra a lavorare nei cantieri di privati che investiranno su aree di proprietà pubblica e di quelli che svilupperanno aree proprie convenzionandole con la PA? Bisogna cominciare a lavorare, da subito, per un protocollo di legalità che copra le aree ferroviarie dismesse. Bisogna cominciare, sistematicamente, a richiedere i titolari effettivi nelle concessioni e nelle convenzioni e autorizzazioni urbanistiche.

24 giugno 2019 - Il Comune non aderirà alla cosiddetta pace fiscale inserita nel DECRETO CRESCITA del Governo, così come nel 2017 non ha aderito al condono proposto dal governo di centrosinistra. Per ragioni di equità nei confronti dei cittadini in regola coi pagamenti.
"Un governo serio – ha detto Tasca - dovrebbe muoversi con la stessa determinazione e fornire agli Enti Locali gli strumenti più adeguati per consentire la riscossione delle somme evase... La lotta all'evasione avviene soprattutto tramite l’uso di Big Data". Proposte: accesso gratuito, anche in via telematica, a tutti i dati rilevanti detenuti da uffici pubblici e da soggetti gestori di pubblici servizi, Enti previdenziali, le Camere di Commercio, il Pubblico registro automobilistico, i fornitori di energia elettrica, gas, acqua, accesso agli ISEE in possesso dell’INPS. Chissà gli elettori dei 5 Stelle cosa penseranno...