-->

Attenzione. Si fa cassa con la refezione!

Il Sindaco ha presentato la manovra economica. Dal sito del Comune si legge: per la ristorazione scolastica sgravi per 13 mila famiglie dai redditi più bassi. Le variazioni riguardano i servizi di mensa. Verranno infatti applicate tariffe differenziate in base al reddito – hanno spiegato il Sindaco e, nel dettaglio, l’assessore Mariolina Moioli - in modo da far pagare di più a chi ha un reddito alto e di meno ai redditi bassi, il tutto tenendo conto della composizione familiare attraverso l’ISEE.
Guardate però le tabelle (clicca qui).
C'è qualcosa che non funziona: come è possibile, che ben 16.101 famiglie e cioè il 73% delle famiglie che hanno uno o più bimbi alle scuole dell'infanzia, abbia un Isee compreso tra 6.500,01 e 12.500,00 €, corrispondente ad un reddito annuo a nucleo tra 23.800 e 31.000 €?

O le famiglie milanesi dichiarano meno di quanto guadagnano (possibile) oppure è l'Assessorato che ha barato.
Propendo per la seconda.La Giunta punta a far cassa.
La buona parte dei nuclei famigliari, penso almeno una metà, se non di più, dei 16.000 citati prima, in realtà, si spera, dovrebbe avere un Isee tra 12.501 e 27.000 €, corrispondente ad un reddito annuo a nucleo compreso tra 39.000 e 65.480 €.
Ma attenzione, perché per questa fascia di reddito l'aumento della refezione è di 290 € all'anno!
Provate a controllare e sappiatemi dire.
Ho già chiesto informazioni al settore e mi hanno detto che mi faranno vedere altre tabelle.

Nessun commento: