-->

27 luglio 2009

I TAGLI DEL SINDACO MORATTI COMINCIANO A FARSI SENTIRE:

Prima le Residenze per Anziani, poi i Nidi del Comune di Milano ed infine le Scuole Civiche, quello che sta succedendo non è altro che la politica dei tagli che il Sindaco Moratti, con la sua Amministrazione sta producendo su Milano ed i servizi comunali?

La scelta operata in Giunta, di chiudere le Scuole Civiche (come il Liceo Classico, l'IPIA, Istituto Professionale Industria ed Artigianato) del Comune di Milano, mette, di fatto,
140 alunni in strada, senza una reale e possibile alternativa, perchè lo Stato non ha scuole serali di questo tipo!
Una scelta non condivisibile ed illegittima perchè coinvolge gli alunni del 2°, 3°, 4° e 5° anno in modo drastico ed immediato.
Si chiama interruzione di pubblico servizio, ed è un reato!
IL COMUNE DI MILANO, infatti, andrà incontro ad una serie infinita di ricorsi legali intrapresi da tutti gli alunni coinvolti.

Oggi abbiamo avuto in Piazza della Scala sia i genitori dei Nidi, insieme ai quasi
500 operatori delle Cooperative che li gestivano, che i professori e gli alunni delle Scuole Serali. Gli uni seriamente preoccupati per la stabilità del loro posto di lavoro oltreché per la futura qualità dei servizi educativi (a poco infatti sono servite le garanzie verbali dell'Assessore Moioli circa una eventuale riassunzione da parte dei nuovi gestori che se si sono accreditati con il Comune) gli altri per gli stessi motivi, professori precari che perderanno il posto di lavoro, e studenti che vedranno interrotto il loro percorso scolastico, a fine luglio, in carenza di una puntuale informazione.

Piuttosto che Amministrare in questo modo i Servizi, forse sarebbe meglio, a questo punto, che il Sindaco desse all'Assessore Moioli un altro incarico, in Giunta o in una delle tante Fondazioni che stanno sorgendo in questi mesi.

Intanto in Consiglio Comunale è mancato il numero legale per la delibera di variazione del Bilancio!

Una situazione grave, nel suo complesso, che dimostra ancora una volta tutte le difficoltà di questa maggioranza nell'Amministrare la nostra città.

Nessun commento: