-->

La Darsena rinasce!

Il Comune fa marcia indietro sul parcheggio alla Darsena. Dopo 5 anni di proteste, progetti varianti, riunioni e conti economici il sindaco Moratti ha deciso di annullare l’intervento inserito nel 2004 nel piano delle opere prioritarie per risolvere il problema del traffico in città e di revocare la concessione alla società che vinse l’appalto, la Darsena spa. Così recita Repubblica del 10 ottobre.

La decisione era nell’aria, ma fino all’ultimo non ci si credeva. I privati si erano imbarcati in un’opera che non aveva le gambe per poter funzionare. Se ne sono accorti e hanno rilanciato, chiedendo di aumentare il numero dei parcheggi da vendere, diminuendo il numero di ore a disposizione per i parcheggi a rotazione. Ma ciò non era possibile! Al massimo, ma era ancora da verificare la legittimità di tale atto, si sarebbero potuti concedere 700 posti a rotazione e 315 box pertinenziali. Non di più.

È un successo del buon senso. È un successo dei cittadini che non si sono mai arresi ad un progetto che avrebbe peggiorato il traffico in un quartiere da tutelare, che avrebbe danneggiato permanentemente un’opera che ha un immenso valore storico per Milano.

È un successo dei Comitati che hanno tenuto sempre alta l’attenzione, informando il quartiere e la città, proponendo ipotesi alternative.

Siamo quindi in momento decisivo per il futuro della Darsena. Un luogo che è stato protagonista per funzioni diverse in diversi momenti di evoluzione e cambiamento di Milano.

È per questo che abbiamo organizzato Darsena domani!

Come vogliamo che si trasformi questo luogo nel prossimo futuro? La risposta si lega strettamente a come immaginiamo lo sviluppo urbanistico e culturale della nostra città. Alla sua identità, a ciò che vorremmo diventasse. Per parlare di questo il Gruppo Consiliare del Pd ha invitato per il 15 ottobre 2009, nella sede di Chiamamilano in L.go Corsia dei Servi, alle ore 21: Gabriella Valassina (comitati residenti Navigli), Eugenio Galli (Ciclohobby), Costanza Pratesi (Fai), Damiano Di Simine (Legambiente), Luca Carra (Italianostra), Giorgio Franchina (gruppo di lavoro Bei Navigli), l'avvocato Felice Besostri. Saranno presenti anche diversi architetti che a vario titolo si sono interessati alla Darsena: Giulia Gresti, Jacopo Gardella, Gianni Beltrame.

Nessun commento: