-->

Commissione antimafia: gli appuntamenti di marzo. Beni confiscati, racket e usura, slot machine, formazione e buone prassi

La commissione Antimafia si ritroverà venerdì prossimo, 9 marzo, alle ore 16, per parlare con Pierfrancesco Majorino assessore ai Servizi Sociali,delle strategie dell’Amministrazione Comunale per il riutilizzo sociale e la valorizzazione dei beni confiscati alle mafie. Il 14 marzo alle 13.00 parleremo di racket e usura con Maria Grazia Trotti referente al Nord per Sos Impresa della Confesercenti. Ed ancora venerdì 16 marzo alle 16 con l’avvocato Ilaria Ramoni di Libera e il Segretario Generale della Camera del Lavoro Onorio Rosati per la presentazione del loro progetto di sportello S.O.S. Giustizia - Servizio di ascolto e di assistenza alle vittime della criminalità organizzata.
Il 23 marzo sempre alle 16, invece, parleremo di sale giochi e slot machine con Filippo Torregiani assessore ad Empoli, una delle prime città d’Italia a dotarsi di un regolamento per l’apertura e la gestione delle sale giochi. Insieme a Torregiani ci sarà il Sindaco di Certaldo, Andrea Campinoti,  Presidente di AvvisoPubblico, Enti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie, rete di Amministratori di Comuni, Province, Regioni e Comunità Montane nata nel 1996 per promuovere azioni di prevenzione e contrasto all'infiltrazione mafiosa nel governo degli enti locali. Presenterà Torregiani e l'associazione. In quell'occasione formalizzerò la proposta che la Commissione proponga di associarsi ad Avviso Pubblico, contribuendo alla messa in rete di buone prassi, sostenendo chi negli enti è in prima linea, esposto e minacciato dalle mafie.
La commissione consiliare antimafia è stata istituita il 9 febbraio e ha deciso come primo atto di inviare lettera al Prefetto per dargli comunicazione ufficiale dell’avvenuto insediamento e chiedergli un incontro. Il programma è stato definito nel dettaglio la settimana successiva il 17 febbraio e presentato il 29 di febbraio alla presenza del professor dalla Chiesa, dell’avvocato Umberto Ambrosoli e dell’architetto Luca Beltrami Gadola, al Comitato di esperti nominato dal Sindaco. Il loro supporto e la loro consulenza saranno preziosissimi per i nostri lavori.
La Commissione è organo politico istituzionale voluta dal Consiglio comunale e svolgerà, cosciente della responsabilità che assume e delle aspettative che gran parte della città nutre nei suoi confronti, il ruolo che le è proprio. Gli atti amministrativi che produrremo saranno i nostri fatti antimafiosi, la nostra principale arma contro il radicamento delle mafie nel nostro territorio. 

Nessun commento: