-->

14 gennaio 2015

Revocata l'aggiudicazione della gara di facchinaggio. Nei Mercati generali di via Lombroso non ci sarà l'operatore unico.

  
Dopo aver revocato in autotutela ad Ageas il servizio di facchinaggio, assegnato tramite bando, non ne verrà ripubblicato uno nuovo. Quindi, nonostante il Protocollo con la Prefettura lo prevedesse, non ci sarà più un'unica cooperativa che gestirà il trasporto merci nell'area di via Lombroso. Una decisione che non mi trova d'accordo.
La scelta di Sogemi non è motivata da colpa o inadeguatezza del contraente, nonostante ciò fosse stato evidente nella notte del 18 giugno u.s. e dalle stesse dichiarazioni rese dai responsabili del consorzio vincente, ma proprio dalla decisione di Sogemi di ritornare sui propri passi.
Il Presidente Dubini, durante la seduta della commissione commercio del 14 gennaio 2015, ha dichiarato che le modalità di scarico e carico merci non sono attuabili con un unico operatore come era stato precedentemente ipotizzato.
Se la Clo, storica cooperativa operante nell'area mercatale, avesse ottenuto nella gara il punteggio minimo richiesto, ora avrebbe il diritto ad operare come seconda classificata. Così non è stato e la revoca ha l'effetto immediato di annullare automaticamente la decisione presa in merito all'operatore unico, scelta che ho sempre condiviso e che garantiva maggior efficacia nei controlli. Poter pensare che per offrire questa tipologia di servizio possano venire avanzate differenti offerte appare fuori luogo. La concorrenza non si può manifestare nelle tariffe (a quintale o a bancale (bloccate come ha ricordato Zani, DG Sogemi), quanto nella qualità del servizio stesso. Come vengono stabiliti i valori del contratto di ciascuna delle nove (con Ageas) cooperative che opereranno all'interno del mercato per il servizio di facchinaggio? La decisione di Sogemi, infatti, viene dettata, e anche vincolata, al fatto che Ageas non ricorrerà, ma verrà accreditata aggiungendosi alle 8 cooperative già presenti.
Ho fatto notare che Ageas è un consorzio, ed è quindi necessario che indichi quale sarà la cooperativa consorziata che opererà. E' inoltre fondamentale che sia Ageas stessa ad assumersi la piena responsabilità della gestione del servizio: servizio regolato da una serie di norme e controlli periodici di grande efficacia e all'avanguardia. Nel caso in cui la cooperativa operante venisse sanzionata, sospesa o estromessa dal mercato, Ageas non potrà assolutamente sostituirla con altra consorziata.
Ho chiesto chiarimenti e Zani ha dichiarato che sarà Ageas stessa ad assumersi in solido le responsabilità delle sue consorziate.
Per ricordare quanto Sogemi prevede nel suo regolamento, vi riporto schematicamente i principali elementi obbligatori per poter essere operatori di mercato :
  • Consegna dell’attestato di revisione o certificato di revisione (rilasciato ogni due anni sulla base del D.Lgs. n. 220/2002) o autocertificazione di cui all’art. 6 del medesimo decreto cui dovrà seguire, entro tre mesi dalla presentazione della autocertificazione, copia dell’attestazione di revisione o certificato di revisione. 
  • Mensilmente deve essere depositato il libro unico del lavoro (buste paga e registro delle ore fatte tutti i giorni). Trimestralmente il Durc 
  • Deve essere periodicamente depositato l'estratto uniemens inps collettivo, da dove si rilevano i versamenti contributivi all'Inps e l'F24 mensilmente quietanzato. 
  • Copia del contratto stipulato con i grossisti 

Nessun commento: