-->

Pio Albergo Trivulzio: audizione del commissario. Il 2 marzo parte il processo contro i vertici che hanno governato il Pat fino al 2010

Dall'Audizione del Commissario del Pio Albergo Trivulzio, Claudio Sileo, è emerso che anche per il 2014 lo sbilancio per l'istituto sarà di circa 12 milioni di euro. L'indebitamento da 57 milioni nel 2011 è cresciuto fino 91 milioni. Gli oneri finanziari che pesano in parte corrente sono di due milioni di euro di interessi annuali. Una situazione che non muta. Rimane il dilemma: diamo il là alla vendita del patrimonio (400 milioni in tutto) per rinegoziare i mutui o lo valorizziamo continuando a veder garantiti quei 10 milioni di euro all'anno di entrate dai canoni? Non c'è ancora risposta.
Il costo per il personale (72 per cento) non è superiore alla media di altri enti analoghi. L'equilibrio da verificare è invece quello tra i costi per i dipendenti e quelli per il personale delle cooperative. Sileo ha dichiarato che per i medici e gli infermieri, figure chiave, sarebbe bene ricorrere ad assunzioni e per questo ha bloccato una gara da 3 milioni di euro non appena insediato. Per gli operatori socio sanitari è invece il caso di utilizzare personale delle cooperative. Per la gara in essere, invece, ha dichiarato di aver attivato una commissione per controllare la qualità del servizio offerto.
Ho suggerito che si faccia serio controllo sulla serietà delle cooperative utilizzando le procedure in essere in Sogemi: deposito mensile del libro unico del lavoro (buste paga e registro delle ore fatte); trimestralmente il Durc; periodicamente depositato l'estratto Uniemens Inps collettivo da dove si rilevano i versamenti contributivi all'Inps e l'F 24 mensilmente quietanzato.
Bisogna ora aggiornare le rette e ridiscutere l'intero pacchetto. Retta, quella riconosciuta dal Comune di Milano che vale 59 euro al giorno circa (dal 2002), che è inferiore quella media di 74 euro in Lombardia. La tipologia di ospiti è molto diversa. Non sono ospiti da struttura sociosanitaria, ma da degenza ospedaliera. L'assessore Majorino è disponibile a rivedere le rette, ma vuole coinvolgere anche la Regione che deve contribuire alle valutazioni del caso e contribuire economicamente per quanto dipende dal proprio ruolo istituzionale nell'ambito sanitario che detiene.
Il Pat si costituirà parte civile nel processo che partirà il 2 marzo p.v., che vede imputati l'ex presidente del Pat, Emilio Trabucchi, gli ex dg dell’istituto Guido Fontana e Fabio Nitti e Carla Vites, moglie dell’ex assessore regionale Antonio Simone, per turbativa d’asta, truffa aggravata e abuso d’ufficio in riferimento alle procedure di dismissione di alcuni immobili di lusso, situati in pieno centro a Milano per un danno quantificato in circa 2 milioni. A mia specifica domanda Sileo ha confermato che intendono recuperare il maltolto. Infine, sulla gara d'appalto per le pulizie del 2011, vinta da un'azienda che poi sarà oggetto di interdittiva antimafia e il cui dominus era in collegamento anche con la seconda classificata e la terza, ho chiesto di capire quale risparmio ci sia stato con l'aggiudica della nuova gara che non dovrebbe essere stata viziata da sospetti di cartello.

Nessun commento: