-->

Due ottime notizie: Milano prima nella Lotta all'Evasione anche nel 2014; nella scia dell'azione di contrasto messa in atto dal Comune di Milano e grazie al tavolo di lavoro promosso dalla nostra Amministrazione, pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale gli indicatori di anomalia da applicare nella lotta al riciclaggio per la PA

In costante crescita e la migliore performance in Italia. Queste sono le evidenze che emergono dai dati che l'Agenzia delle entrate pubblicati in merito all'attività degli enti locali nel concorrere alla Lotta all'evasione fiscale in Italia. Due milioni e 138 mila euro che l'erario verserà totalmente nelle casse del Comune di Milano. che si aggiungeranno al milione e 600 mila euro del 2013 e ai 950mila euro del 2012. Milano si mantiene al primo posto della classifica in valori assoluti, mentre non abbiamo ancora contezza di quali comuni in proporzione al numero di abitanti abbiano recuperato al fisco cifre maggiori.. Negli anni scorsi Formigine comune emiliano era ai vertici di questa seconda classifica "ponderata". Quest'anno emerge come dato significativo il risultato di Reggio Emilia che ha recuperato nelle proprie casse 700 mila euro.
In tre anni Milano ha recuperato 4 milioni e 650 mila euro (950 mila euro nel 2012, 1 milione e 600 mila euro nel 2013).
Una seconda notizia di cui Milano deve essere orgogliosa è quella giunta nei giorni scorsi con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 7 ottobre del Decreto del 25 settembre sulla Determinazione degli indicatori di anomalia al fine di agevolare l'individuazione delle operazioni sospette di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo da parte degli uffici della pubblica amministrazione.


Era il 9 maggio 2014 quando la Giunta, su richiesta della Commissione Antimafia, approvava la delibera n. 962 “Collaborazione in materia di contrasto al riciclaggio”.
Con essa viene deliberato di approvare la sottoscrizione del Protocollo d’intesa tra il Comune di Milano e l’Unità Informazione Finanziaria (UIF) presso la Banca d’Italia e di approvare le linee di indirizzo per la costituzione di un Tavolo Tecnico Lombardia. L’obiettivo era proprio la stesura della bozza di Decreto di determinazione degli indicatori di anomalia. Ora pubblicato.
Un grande successo per Milano.
Questa amministrazione ha già iniziato a segnalare alla Uif Operazioni sospette di riciclaggio anche di tipo mafioso.
Cinque segnalazioni, le prime da parte di un Comune, che hanno contribuito a stendere gli indicatori da parte del Ministero e che hanno colpito un giro di affari di circa 100 milioni di euro nel nostro territorio.
Abbiamo costituito uno strumento molto efficace, di aggressione all'economia criminale, di tutela della sana e libera concorrenza, che ha molti elementi di sovrapposizione con il percorso che porta alle segnalazioni qualificate da inoltrare all'Agenzia dell'Entrate.
Presenterò come Presidente Commissione antimafia un Ordine del Giorno in Consiglio Comunale che preveda importanti investimenti nella digitalizzazione di atti e informazioni e nella creazione di data base dialoganti tra loro.
Nell'Ordine del giorno verrà chiesto all'Agenzia dell'Entrate di rinegoziare la convenzione per poter comprendere da quali e quante segnalazioni giunge la somma recuperata e per poter conoscere lo stato dell'iter accertativo delle 2077 pratiche che il Comune ha istruito.
Sarà necessario inoltre potenziare gli uffici con un numero di personale adeguato e competente e sarà importante mettere in rete le esperienze eccezionali che l'Amministrazione Comunale possiede:ad esempio il Servzio Informativo Operativo Ambiente. Il servizio che si è occupato di Expo e la Polizia Annonaria.

Nessun commento: