-->

Mafia: mai sdrammatizzare

Bene ha fatto il Sindaco Moratti a richiamare l'attenzione sulla legislazione antimafia nazionale in tema di appalti pubblici, sull'assenza di controlli per i subaffidamenti, sull'assoluta assenza di dialogo tra la banca dati della Prefettura e quella della Camera di commercio. Argomenti affrontati già in una nostra mozione di novembre 2009. Non si può più, però, solamente parlare di appalti pubblici, ma anche delle pratiche edilizie ed urbanistiche convenzionate, come anche di dotazione adeguata di mezzi e uomini per le indagini, come ancora delle modifiche di legge proposte sul tema delle intercettazioni telefoniche e le recenti modifiche legislative riguardanti la vendita dei beni confiscati.
Di fatto il Sindaco, quando si parla di mafia, tende sempre a sdrammatizzare. Siamo convinti - e la storia lo ha insegnato - che sdrammatizzare in tema di criminalità organizzata sia estremamente dannoso. A Milano città e nei comuni dell'area metropolitana esiste il problema 'ndrangheta. Su questo non si può discutere. Problema legato strettamente alla ricchezza prodotta, allo spaccio di cocaina dilagante e all'arretratezza culturale e di mobilitazione sul tema.
Amministrazione comunale, Prefetto, associazioni di categoria, consiglieri comunali, singoli cittadini devono rendersene conto.
Per questo il 12 febbraio torneremo a parlare di mafia a Milano, a Palazzo Marino, con Vinicio Peluffo, Walter Veltroni, Nando dalla Chiesa e altri esponenti del mondo della cultura, dell'imprenditoria e della politica.

Nessun commento: