-->

Il 2010 ... un anno di grandi novità per Milano!

Il 2010 era iniziato così come inizia il 2011: il Piano di Governo del Territorio.
Occorsero 55 sedute del Consiglio Comunale per la sua approvazione, 33 le sedute in prima convocazione (di cui 2 per l'illustrazione della delibera e 2 per il dibattito), e per 25 volte la maggioranza ha fatto mancare il numero legale. Tant'è che fu approvato da 28 consiglieri su 60, meno della metà. Ora per adottarlo, a fronte delle 4.777 osservazioni, cercando di capire come verranno trattate in aula, la scadenza rimane il 15 di febbraio. Non un minuto oltre la mezzanotte del 15 febbraio 2011.
Sesto assessore "licenziato" in una sola amministrazione, "un record" secondo la definizione dell'ex sindaco Albertini; arrestato, in flagranza di reato, per concussione il presidente della commissione sviluppo del territorio.
Un anno che si chiude con gli emendamenti a Bilancio 2011. L'anno degli emendamenti. Devo fare il conto di quanti ne ho scritti. Emendamenti per la prova di forza. Per ottenere delle modifiche al bilancio o al Pgt, altrimenti impossibili da ottenere con la semplice richiesta.
Il Bilancio 2010 venne approvato dopo il ritiro di decine di emendamenti a seguito di alcune nostre richieste accettate. Furono inseriti 10 milioni di € per sostenere famiglie e piccole e medie imprese in crisi.
Ancora oggi di quei 10 milioni, 8 e mezzo non risultano spesi. Inserimmo anche la richiesta di revisione degli scaglioni di reddito per i nidi e la mensa. Nulla, lettera morta. La ripropongo. Se ne assumeranno tutte le responsabilità.
Finisce l'ultimo anno pieno di mandato. Apre il Museo del Novecento, opera importante di cui anch'io vado fiero. Commoventi le lunghe file di fine anno.
Letizia Moratti lancia la sua campagna elettorale per la sua riconferma, aprendoci gli occhi, con lo slogan "Noi facciamo".
Benissimo. Anche noi facciamo. A questo punto, calcolatrice alla mano, facciamo i conti.

Scopriamo così, che per i cantieri ATM, durati 90 giorni (festivi compresi) durante l'estate, ogni operaio ha lavorato più di 26 ore al giorno.
Scopriamo che stanno sistemando le strade con materiale migliore, così che non si deteriorino più ogni anno, ma solo ogni 4 anni: a dicembre infatti Milano può vantare, dopo avere investito 26 milioni per rifare le strade, 15.000 buche, una buca ogni 87 abitanti, e se nel 2009 le richieste di risarcimento danni per "presunta insidia stradale" sono state 262 (costando alle casse del comune 4.000.000 di euro, mediamente 15.200 euro di risarcimento pro-causa), nel 2010 sono state 401 (presunto importo di risarcimento oltre i sei milioni di euro).
Scopriamo che le liste d'attesa nei nidi sono scomparse e i posti nido offerti sono 11.638 (vantando un incremento di 3.210 posti rispetto al 2006/2007). In realtà si sommano posti che non hanno niente a che vedere con i nidi (Tempi per le famiglie e Centri prima infanzia) mentre viene dichiarato, in altre occasioni, che posti nei nidi milanesi (comunali, comunali in gestione e privati accreditati, Sezioni Primavera) sono 9.727 a fronte di 11.446 richieste presentate nella primavera scorsa. Quindi 1700 posti in meno.
Scopriamo che sono stati 104 nei primi 8 mesi del 2010 i campi rom "sgomberati", e ogni volta vengono allontanate dalle 30 alle 200 persone, bambini compresi: quindi i rom allontanati grazie alla politica sicurezza sono stati circa 12.000, mentre a novembre 2009 (dato fornito dal Vicesindaco De Corato) erano 1.300 i rom irregolari.
Scopriamo che sono stati realizzati 15 km di piste ciclabili dal 2006: 8 metri al giorno, che portano all'importante dato di ben 7 centimetri e mezzo di piste ciclabili pro-abitante... un successo per una città che è all'avanguardia nelle politiche della sostenibilità ambientali.
Scopriamo che la frequenza della M1 è in orario di punta di due minuti e 10 secondi, e non 4-8 minuti come riportato sul sito dell'ATM e come verificato dagli utenti che quotidianamente utilizzano il servizio.
Sappiamo inoltre che sono stati spesi 2 milioni di euro per le luminarie natalizie, nonostante i tanti e visibili sponsor, 9 milioni di euro quali contributi a vario titolo dal Gabinetto del Sindaco, 530 mila euro per realizzare i tre giorni del carnevale ambrosiano, 2.427.000 euro per gli eventi del periodo natalizio 2010, di cui ben 190 mila euro per la Elita Christmas Park, due giorni allo spazio Ansaldo di intrattenimenti per "teenagers, famiglie e bambini", così recitava la determina...

A maggio le elezioni: il vantaggio della democrazia sta proprio nella possibilità di scelta che si lascia agli elettori; scelta di confermare la propria fiducia in chi fino ad ora ha amministrato la città, o scelta di cambiare. Scelta di approvare e continuare a lasciare la guida della città al centrodestra e al vicesindaco De Corato per altri 5 anni, avendo ricoperto la carica per soli 14 anni, o scelta di mettere alla prova il centrosinistra, e vedere se dal cambiamento la città può finalmente trarre miglioramenti.

Nessun commento: