-->

Forse non tutti si ricordano che in questi ultimi 5 anni l'Amministrazione Pisapia .... (prima parte)

Il Consiglio Comunale approva a maggio 2012 il nuovo PGT che cancella quello voluto da Moratti Masseroli, quello dei 2 milioni di abitanti. Vengono ridotte le volumetrie del 50%, passando da quasi 5 milioni  e 800 mila mq a 2 milioni e 800mila mq. L'indice edificatorio medio scende dallo 0,5 allo 0,35. Aumenta del 25%  la dotazione di Edilizia Residenziale Sociale. Circa 20 mila appartamenti in più previsti.
Da gennaio 2012 viene istituita Area C. Da quel momento a dicembre 2015, diminuzione del 18% di PM10, del 42% di ammoniaca, del 35% di Ossidi di azoto, e del 35% per l'anidride carbonica.
Le Aree pedonali aumentano in 5 anni del 58% ed entro la cerchia del 13,8%
Raddoppiano i mq destinati alle Zone 30 che passano da 350.000 mq a circa 700.000 mq.
Rete ciclabile aumentata del 56%. Estensione Bike sharing con 280 stazioni attualmente attive, bici elettriche, 45.000 abbonamenti.
In questi anni il numero di orti urbani è cresciuto del 20%. Il patrimonio arboreo cittadino si è arricchito di 67 mila nuovi alberi.
L'Atm ha messo in funzione 15 linee notturne, 15 linee di bus di quartiere dalle 22 alle 2 di notte.
Circa 80mila profughi vengono accolti e ospitati negli ultimi due anni, con punte di 1800 in 4 giorni.

1 commento:

vast ha detto...

non è vero che il PGT di Masseroli è stato "annullato", anzi.
Erano previsti 250.000 abitanti in più, ora sono 185.000 (-25%, non 50%). E' prevista edificabilità su tutte le aree verdi (parco sud escluso), e l'indice 0,35 mq/mq è molto elevato (è quello delle zone residenziali di espansione). La quota di edilizia sociale è prevista solo in alcuni interventi, ed è comunque molto inferiore alla domanda reale (70% del totale), i conti economici sono sbagliati, la normativa è farraginosa, i beni storici e artistici non sono tutelati, ecc. ecc.
Insomma, è un pessimo PGT, molto simile a quello di Masseroli, e la prima cosa da fare è cambiarlo. Ma innanzitutto bisogna rendersene conto: se si continua a pensare che sia un'eredità positiva, non lo si cambierà mai!