-->

24 maggio 2016

Parisi su Commissione antimafia dice solo falsità

Parisi ritorna ancora, polemicamente, su quanto la Commissione Antimafia ha fatto e su quanto la Giunta ha investito sul tema del contrasto alle economie criminali. Ricordo ancora una volta che Milano è il primo Comune in Italia a combattere il riciclaggio secondo la legge 231 del 2007 e le segnalazioni sono per un valore superiore ai 100 milioni per merito della commissione Antimafia. Milano e' la prima città ad applicare la whistleblowing, procedura suggerita da Transparency international, per merito della commissione Antimafia. Milano ha nove sportelli antiracket e anti usura, per merito della commissione Antimafia e dell'Ordine degli avvocati. Milano ha un codice etico per le società sportive, per tutelarle da interessi mafiosi, per merito anche della commissione Antimafia. L'antimafia la si fa anche con strumenti amministrativi e con il controllo costante, prerogativa del consiglio comunale, che la commissione Antimafia ha attuato in questi quattro anni di lavoro. Possiamo anche citare il programma di Parisi e confrontarlo con quello firmato da Beppe Sala. Nel programma di Parisi in un'unica occasione si parla di mafia. in riferimento all'antimafia sociale, genericamente da sostenere, e inserita nel capitolo sicurezza come ultima voce. La parola corruzione viene invece inserita un'unica volta quando si propone di applicare i Patti di integrità pratica consolidata, applicata da anni nel Comune di Milano. Nel programma di Sala la parola mafia compare 9 volte. La parola corruzione 8. C'è un intero capitolo dedicato, Milano capitale della legalità e della trasparenza, che è stato il frutto del lavoro di diversi cittadini, avvocati, magistrati, professori universitari, cittadini impegnati nel civismo antimafia, che hanno contribuito alla sua redazione. Tante proposte. Una delle quali, la firma del Codice etico di Avviso Pubblico, è stata già adottata dal candidato a Sindaco.

Nessun commento: