-->

15 marzo 2010

Pgt - Marzo: a che punto siamo?

Il Piano di Governo del Territorio (Pgt) è di fatto bloccato ad un decimo degli emendamenti votati.

Tanto tempo è passato da quel lontano 19 gennaio quando la Moratti ha presenziato l’ultima volta in aula per dare inizio al dibattito ringraziando Masseroli e Pennisi del prezioso lavoro svolto. L’arresto dell’ex Presidente della Commissione urbanistica, Milko Pennisi, avvenuto ad inizio febbraio e la scoperta che un emendamento a firma Armando Vagliati, attualmente candidato in Regione, favoriva il cambio di destinazione a dei terreni di proprietà dell’attuale Capo gabinetto del Sindaco Moratti, ex Consigliere regionale con doppio incarico, Alberto Bonetti Baroggi. hanno creato tensioni molto alte in aula. La nostra attenzione è massima. Stiamo valutando altri due emendamenti sospetti presentati. Ora il dibattito in aula è interrotto e si è dato spazio alla trattativa.

Quindici sono i punti che il Pd ritiene irrinunciabili. Io ho lavorato particolarmente per Porta Genova. Alcuni miglioramenti si sono già ottenuti sul tema del cosiddetto Housing sociale. Due subemendamenti sono stati votati all’unanimità lunedì 15 marzo, hanno, di fatto, cancellato tutti gli emendamenti sul tema presentati da Pd Rifondazione e Sinistra e libertà. Ora si prosegue la trattativa sugli altri temi. A iniziare dal tema delle classi e dei premi per le case costruite a risparmio energetico. Se non si otterranno seri miglioramenti su ogni singolo punto, il Pgt può anche aspettare. Il rischio per la maggioranza è di non riuscirlo ad approvare entro la fine del mandato ed arrivare ad elezioni senza poter portare in dote al suo elettorato l’atto più significativo degli ultimi vent’anni di governo della città.

Ora il dibattito in aula è interrotto e si è dato spazio alla trattativa.

Al tavolo, oltre al Pd, siedono anche i Verdi, Rifondazione Comunista e Sinistra e libertà.

Nessun commento: